Giallo.
Ricci africani, balletti nostrani, occhi curiosi.

Arte, colori, pennelli e sorrisi apparenti.

Decoratrice, castelli di fiori, case di carta.

Film, polaroid sbiadite, studio, scalate.

Parigi, panorami, sapori, profumi e culture.

Paure, geometrie, scorci differenti.

Sardegna, ottimo cibo,

progetti, fotografa.

Queste poche righe per descrivere in breve la mia vita. 

Ho scelto di scegliere: ho scelto. 
Ho scelto di esprimermi con la fotografia, con le immagini, perché un immagine vale più di mille parole.
Scelgo di raccontare dei progetti, che prendono forma nei colori delle fotografie.
Progetti che non sono geometrie, non sono passioni, non sono forme.
Solo solamente emozioni. 
Io mi occupo di emozioni.
Mi incuriosisce vedere come la stessa immagine procuri su ognuno di noi diverse emozioni, come un colore (inconsciamente) ci faccia venire l'acquolina in bocca.